Guido Spannocchi, “Cafezinho”: swingare il groove

Guido Spannocchi

È sempre il groove a fare la differenza: Guido Spannocchi lo sa bene, nel nuovo singolo “Cafezinho” il ritmo batte sempre forte, vivace. Il sassofonista viennese (ma di stanza a Londra), accompagnato da Jay Phelps (tromba), Sylvie Leys tenor (sax), Robert Mitchell (wurlitzer) e da Michelangelo Scandroglio (contrabbasso), suona swingando e sognando paesaggi tropicali. Oltre il post-bop, con in mente “Sacajawea” di Wayne Shorter. Un turbinio di battiti e di vibrazioni.



A fine aprile esce l’album, il quinto per Spannocchi. La formazione ritmica è sempre quella di “Cafezinho”, ovviamente.



Monica Mazzoli

( 2021-01-31 )