Holy Tongue - “ EP (Amidah Records, 2020)

Holy Tongue EP Cover

Spesso, nella musica, l’improvvisazione è la miccia che accende il fuoco della creatività, è il caso della collaborazione nata tra la percussionista Valentina Magaletti (conosciuta per il suo lavoro con Vanishing Twin, Tomaga, UUUU, Raime, Nicolas Jaar, Jandek e tanti altri) e il produttore Al Wootton (TRULE Records, FKA Deadboy). Il progetto dei due musicisti, Holy Tongue, prende forma in una session estemporanea a East London. Tre, i brani pubblicati: “Misinai”, “Emet” e “Erev”. L’EP, che raccoglie questi pezzi, è un viaggio di quelli senza ritorno: dub-reggae-free-post-punk dalle mille sfaccettature e venature. In una parola: psichedelico. Ovviamente, bisognerebbe definire il concetto di “psichedelia” nel 2020. Le tracce del duo, però, incarnano alla perfezione una tensione compositiva di evasione dagli schemi rigidi dei generi (musicali). Sono totalmente fuori da logiche lineari: sperimentali nel suono e nello spirito.



Monica Mazzoli

( 2020-11-21 )