“Chakra” : Il misticismo psichedelico dei Mong Tong

Mong Tong Band

Sample-based psychedelic trio: così i taiwanesi Mong Tong, progetto musicale dei fratelli Hom Yu e Jiun Chi, si definiscono sul proprio profilo Bandcamp, Facebook. Ossessionati dal misticismo dell’Estremo Oriente, come testimonia anche l’EP “Music from Taiwan Mystery” del dicembre 2019, i due musicisti di Taipei scelgono come nome la parola cinese “Mong Tong” (in italiano sarebbe qualcosa come “il lato orientale dei sogni”) e danno - se è ancora possibile - un senso alla parola “psichedelia” nel 2020: non fanno - ovviamente - rock psichedelico, bensì lavorano sui suoni - spesso sample - e sulla creazione di un immaginario dark allucinogeno disegnando con la propria musica uno scenario drogato di teorie cospirative, occultismo. Per esempio: in “Chakra”, anticipazione dell’album di debutto “Mystery 秘神” (in uscita a giugno per la Guruguru Brain), potrebbe essere un brano dei Crawling Chaos, band inglese che negli prima metà degli anni ottanta suonava post punk in maniera acida, psichedelica. L’apice lisergico, se così si può dire, è la voce fuori campo - un reporter - che parla (in cinese, naturalmente) della connessione tra induismo ed UFO. Insomma, essere più psichedelici dei Mong Tong è dura.



Monica Mazzoli

( 2020-03-20 )