Aoife Nessa Frances - Land of No Junction (Ba Da Bing, 2020)

Aoife Nessa Frances

Solo cinque anni fa, nel 2015, Aoife Nessa Frances faceva parte dei Princess, band dream pop. Da diverso tempo quell'esperienza è finita, continua però a germinare nella musica della songwriter irlandese il seme di una scrittura compositiva fortemente eterea, immaginifica: in un’intervista al Sunday Times di gennaio 2020 Frances sottolinea l’importanza della componente visiva della musica ricordando i suoi studi universitari al Trinity College a guardare tanti film. “Land of No Junction”, titolo del disco d’esordio della musicista, rappresenta appieno il lato sognante, imprevedibile, ignoto del fare musica: Llandudno Junction, nome della cittadina gallese dove trascorreva l’infanzia Cian Nugent (produttore, collaboratore e arrangiatore dell’album), diventa metaforicamente per la musicista dublinese uno spazio “liminale - un vasto e oscuro paesaggio da visitare in sogno... Un luogo di attesa in cui sedersi con incertezza e accettarlo”. A questo territorio visionario appartengono tutte le canzoni del disco: flussi narrativi, tra l’onirico e una poeticità intimista, trascinati da un fiume musicale ricco di sfaccettature. Arrangiamenti che sanno, quando necessario, denudarsi o arricchirsi: si vestono di sfumature orchestrali per poi spogliarsi e tuffarsi in scenari folk pastorali o abbracciare soluzioni psichedeliche (anche con l’uso dell’elettronica). La complessità nella semplicità, nella leggerezza; la ricerca melodica nella raffinata sperimentazione sonora.



Monica Mazzoli

( 2020-02-09 )