Jalen Ngonda - “Come Around and Love Me” (Daptone Records, 2023)

Jalen Ngonda Come Around and Love Me

La voce di Jalen Ngonda, ricca di colori e sfumature, parla, sembra un libro aperto con mille pagine da sfogliare, racconta - attraverso le sue tante nuance - un mare di emozioni: si sente l'anima. Un cuore soul. Ngonda è cresciuto con la musica degli anni sessanta/settanta. Motown inclusa, ovviamente. Nel suo disco di debutto “Come Around and Love Me”, pubblicato dalla Daptone Records (una garanzia nel genere), il musicista americano ma di stanza in Inghilterra (prima Liverpool e poi Londra), tira fuori tutto se stesso. I riferimenti musicali sono dichiarati (anche nelle interviste) e mai nascosti: il Philly sound di “Come Around and Love Me”, il Northern soul in “Rapture”, l'influenza degli Impressions e Curtis Mayfield in “What a Difference She Made”. La classicità soul del passato - se così si può definire - è, però, per Ngonda solo l'ispirazione per trovare una via personale nel presente (artistico): «[...] le persone hanno spesso voluto farmi sembrare più contemporaneo, ma io sono contemporaneo. Sono vivo e sto facendo musica che prima non esisteva» racconta a diymag. In questo percorso di ricerca creativa è stato aiutato dall'amico Sam Knowles e poi, in grandissima parte, da Vince Chiarito e Mike Buckley, ex His Extraordinaries (backing band di Charles Bradley) e comproprietari dello studio di registrazione newyorkese Hive Mind Recording insieme a Billy Aukstik. La scrittura è ottima, gli arrangiamenti (eleganti, curati) pure ma a fare la differenza - quella vera - è la visione vocale di Ngonda che come un fantasista sa sempre come aprire la proprio voce al mondo e fare goal.



Monica Mazzoli

( 2023-10-30 )